logo comune

VIABILITA'

Thursday, 08 April icona per la stampa della pagina

 

Ecco il comunicato stampa congiunto emesso da Comune di Osnago e Regione Lombardia, in occasione della riapertura – venerdì 9 aprile 2021 – del ponte di via Copernico, dopo i lavori di riqualificazione che erano cominciati nello scorso ottobre.

 

CAVALCAVIA DI OSNAGO, TERZI E BRIVIO:
RIAPRE IL VIADOTTO DOPO I LAVORI FINANZIATI DA REGIONE E COMUNE

Riapre domattina, venerdì 9 aprile, alle ore 8 il cavalcavia ferroviario di via Copernico a Osnago (Lc), sotto il quale transita la linea Milano-Monza-Carnate-Lecco. La riapertura giunge al termine dei lavori di ristrutturazione cofinanziati al 50% da Regione Lombardia e al 50% dal Comune di Osnago per un totale di 700.000 euro. L’intervento si è concluso nel rispetto del cronoprogramma stabilito.

TERZI: REGIONE ACCANTO AL TERRITORIO – «Accolgo con soddisfazione – commenta l’assessore regionale a Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile, Claudia Maria Terzi – la conclusione dei lavori e la riapertura di un cavalcavia strategico non solo per Osnago ma per la Brianza meratese nel suo complesso. L’infrastruttura ha una valenza sovracomunale ed era importante intervenire per raggiungere due obiettivi: garantire da un lato la funzionalità dell’asse viabilistico e dall’altro la messa in sicurezza della linea ferroviaria Milano-Lecco che transita sotto il viadotto. Occorreva reperire 350.000 euro per assicurare la copertura finanziaria e come Regione ci siamo attivati in questo senso, accogliendo la richiesta di sostegno proveniente dal territorio. Siamo concretamente accanto agli enti locali per raggiungere risultati tangibili a beneficio dei cittadini».

SINDACO DI OSNAGO: POSITIVA COLLABORAZIONE ISTITUZIONALE – «La ristrutturazione del cavalcaferrovia Copernico, per di più rispettando i tempi previsti, è la prova dei positivi risultati cui può approdare la collaborazione tra i livelli istituzionali, quando è sviluppata nell’esclusivo interesse del territorio – dichiara il sindaco di Osnago, Paolo Brivio -. Ringrazio Regione Lombardia, in particolare l’assessore alle Infrastrutture Claudia Maria Terzi, per aver condiviso l’importanza di un intervento finalizzato a mettere in sicurezza un asse viario e un asse ferroviario di rilevanza sovracomunale.  Ringrazio anche i consiglieri regionali del territorio lecchese (Antonello Formenti, Mauro Piazza e Raffaele Straniero) per aver agito all’unisono nel sensibilizzare consiglio e giunta regionali, consentendo al progetto di essere selezionato e finanziato in tempi rapidi. Ringrazio naturalmente l’impresa Dapam srl, i professionisti coinvolti e l’ufficio tecnico del Comune, che hanno dato prova di grande efficienza e professionalità. Con la riapertura del cavalcaferrovia l’amministrazione comunale di Osnago completa la prima fase e centra l’obiettivo più rilevante della campagna di riqualificazione dei propri viadotti intrapresa nel 2018. Dopo gli interventi riguardanti il ponticello ciclopedonale alla stazione ferroviaria (già riqualificato) e il ponte stradale alla stazione (già finanziato), toccherà ai quattro ponti stradali sui torrenti Molgora, Curone e Molgoretta, oggetto di un’indagine conclusa di recente e per i quali si apre la fase della stesura dei progetti e del reperimento delle risorse: nei prossimi mesi e anni ci attende un impegnativo programma di lavori, ma la sicurezza di cittadini e automobilisti viene prima di tutto».

L’INTERVENTO – I lavori di ripristino hanno interessato alcuni parti delle strutture originali e in particolare sono stati eseguiti interventi sulle pile centrali e laterali, sono state sostituite le barriere stradali lungo le rampe e i parapetti degli impalcati, su quest’ultimi poi sono stati sostituiti i giunti di dilatazione e rifatti gli asfalti.


Nel frattempo, è stato pubblicato l’avviso rivolto a eventuali creditori, per occupazioni o danni arrecati dal cantiere, affinché presentino richiesta di rimborso (vedi allegato).

ALLEGATI

Sintesi dei lavori effettuati
Relazione tecnica sull'intervento
Avviso ai Creditori
Privacy - Note legali - Credits